Siglato accordo: «X Factor» su Sky Morgan sarà uno dei giudici

Accordo fatto. Da ieri ufficialmente X Factor è di Sky. Il talent musicale, a cui Raidue ha voluto rinunciare, andrà in onda su SkyUno in autunno, per due anni. La tv satellitare ha raggiunto un accordo con FremantleMedia Italia che detiene i diritti del format per il territorio italiano e che lo produrrà in collaborazione con Magnolia: insomma la società guidata da Giorgo Gori che l’ha tenuto a battesimo e che ne ha decretato il successo in Italia continuerà a metterci la sua esperienza. L’intenzione è quella di far vivere il talent nella sua versione completa, quella del format originale inglese: appuntamenti in prime-time, day-time, pillole, speciali trasferiranno al pubblico tutte le emozioni di un format che unisce elementi del talent e dei reality show. Lasciandogli però un sapore nostrano tanto che tra i giudici (non è ancora ufficiale) siederà Morgan, il cantante che ne è stato il fulcro nelle prime edizioni sulla Tv di Stato e che poi è stato cacciato dopo la famosa intervista in cui elogiava il consumo di cocaina. Nella versione Sky, seguendo appunto la versione originale, avrà molto importanza la giuria, composta da noti personaggi, rispetto al conduttore sul cui nome non si è ancora arrivati a una decisione finale.
Nato nel Regno Unito dalla creatività del «re» dei talent show musicali Simon Cowell, X Factor è diventato un successo planetario. In Inghilterra, dove è giunto alla settima edizione, ha lanciato star internazionali come Leona Lewis, in Italia ha consacrato Noemi e Giusy Ferreri. «Per Sky - sottolinea Andrea Scrosati, responsabile programmi della pay tv - X Factor rappresenta nello stesso tempo un fatto nuovo e una conferma. La novità è avere l’occasione di sviluppare nel modo più completo uno dei format televisivi più brillanti, popolari e apprezzati nel mondo. La conferma è l’impegno di Sky a investire energie e risorse per arricchire l’offerta di intrattenimento con i migliori prodotti». Per quanto riguarda l’edizione italiana, già a partire da giugno, ci saranno i pre-casting degli aspiranti partecipanti. Le categorie della gara saranno quattro: Under 25 uomini, Under 25 donne, Over 25 e Gruppi. Importante novità sarà l’Extra Factor, un vero e proprio «dopo show» in diretta, con ospiti, commenti a caldo, retroscena, per rivedere e rivivere i momenti più salienti delle performance appena concluse.
E su Raidue cosa andrà in onda? La scelta è ancora sospesa tra Star Academy e Voice of holland, ma le quotazioni sono maggiori per il primo format.