Le signore delle riforme

Sono due delle tre donne scelte da Mario Monti. Paola Severino ed Elsa Fornero, indicate a due dei ministeri chiave, rispettivamente la Giustizia e il Lavoro (comprese Politiche sociali e Pari opportunità). Le due «tecniche» (come da profilo di tutti i ministri del nuovo esecutivo) saranno chiamate a sfide delicate. Sulla strada dell’avvocato penalista, già vice presidente del Consiglio della magistratura militare, la riforma della giustizia penale e civile lasciata sul tavolo dal governo Berlusconi. Per l’economista di Torino si profila il nodo pensioni, con la riforma richiesta dall’Unione europea e necessaria per il riequilibrio dei conti.