Silenzio artificiale per cancellare i rumori domestici

Il problema del rumore è uno di quelli che più si presenta nei centri abitati di una certa rilevanza. Il rumore non è soltanto quello che viene in casa nostra dal traffico, ma anche quello provocato dai vicini dalle musiche, dai lavori di ristrutturazione, dagli elettrodomestici. Il rumore poi quando si esprime in sonorità eccessiva provoca vere e proprie patologie, con danni al cuore, alle arterie, alla mente. Se il decibel è l'unità di misura di potenza dei segnali acustici, pensate che una strada con poca circolazione fa rilevare valori di 60 db, con conseguenza di sensazioni di fastidio, distrazione, aumento della possibilità di commettere errori. Il televisore acceso dal vicino o una discussione animata fanno segnare 67 db, generando insofferenza, malumore e un aumento transitorio della pressione arteriosa. Quando fate lavorare l'aspirapolvere i decibel sono 70 e creano tensione nervosa e riducono la concentrazione nervosa. Una finestra che si affaccia sulla strada a forte circolazione fa entrare rumori del valore di 80 db, provocando irascibilità, insonnia, ipertensione e addirittura aumento del rischio d'infarto. Ma i db possono arrivare anche a 90-115 quando la musica è ad alto volume o viene da una discoteca: possibili danni all'udito, tachicardia e aumento delle secrezioni gastriche, sono i danni più frequenti. Non parliamo poi di quelle persone che abitano nei pressi di un aeroporto, perché il rumore di un aereo al decollo arriva a 120 db: è la soglia del dolore e nascono spesso disturbi neuro-vegetativi. Come difendersi? Spesso non bastano finestre chiuse, doppivetri, isolanti alle pareti, e poi vivere «barricati» non è certo un bel vivere. L'inquinamento acustico più forte in Italia si registra a Roma, Pisa e Palermo, mentre la strada in assoluto più rumorosa è la via Caio Duilio a Napoli, dove i db sono addirittura 79. Non parliamo poi dei condizionatori: l'uso notturno di un impianto rumoroso è stato condannato recentemente dalla Cassazione in una disputa tra condomini a Genova. Intanto in America si studiano apparecchi in grado di emettere frequenze sonore opposte a quelle presenti nell'ambiente e così annullandole, con la creazione di una specie di silenzio artificiale. Per ora ci sono solo apparecchi che contrastano determinati rumori ma la strada è avviata verso l'annullamento totale.