Simac Tanning Tech, visitatori e affari in crescita

La fiera dedicata ai macchinari per calzature, conceria e pelletteria registra un incremento del 18%, aumentano i buyer stranieri. Successo di adesioni per la Targa Verde che certifica la sostenibilità

Aumento, e consistente, di visitatori italiani e stranieri all’edizione 2018 di Simac Tanning Tech che ha chiuso con un incremento del 18% rispetto all’edizione precedente, andando oltre le previsioni.

Le novità presentate in Fiera Milano hanno evidenziato macchine e tecnologie per calzature, conceria e pelletteria sempre più attente alle performance energetico-ambientali: le aziende manifestano l’interesse a indicare concretamente ai propri clienti i parametri di efficienza e riduzione dell’impatto ambientale delle proprie tecnologie. Proprio in occasione di Simac Tanning Tech, è stato presentato ufficialmente il progetto Supplier of Sustainable Technologies, il cui strumento principale è rappresentato dalla Targa Verde: sono già 17 le aziende che hanno aderito al e acquisito la targa, altre 25 hanno avviato le procedure burocratiche necessarie al suo ottenimento. E l’Industria 4.0 ha rappresentato un acceleratore determinante per la definizione di soluzioni tecnologiche altamente innovative che spingono l’export made in Italy di questo settore su tutti i mercati del mondo.

“In tre giorni di fiera molto intensi, migliaia di visitatori hanno potuto toccare con mano tecnologie performanti, sicure e compatibili con l’ambiente. Ma il lavoro delle nostre imprese non passa soltanto dall’innovazione delle singole macchine, bensì anche e soprattutto del processo produttivo – commenta Gabriella Marchioni Bocca, presidente di Simac Tanning Tech -. Grazie agli incentivi del governo e alla nostra capacità di saper cavalcare l’onda del cambiamento, siamo stati in grado di affrontare al meglio il periodo di crisi che ha attraversato l’industria italiana e mondiale e ci ritroviamo oggi a saper rispondere meglio alle richieste del mercato: la fiera ne è un esempio lampante. Le macchine e le tecnologie per calzature, pelletteria e conceria continuano a giocare un ruolo determinante nella catena produttiva, contribuendo alla definizione di un made in Italy sempre più sostenibile e innovativo”.

“Tra i visitatori di questa edizione, abbiamo rilevato che gli stranieri sono aumentati del 19% – afferma Amilcare Baccini, direttore generale della manifestazione -. Inoltre, abbiamo registrato che in generale risulta molto positivo il rientro in fiera dei visitatori anche il secondo e terzo giorno, a dimostrazione del fatto che hanno voluto sfruttare al massimo della fiera per approfondire la conoscenza delle tecnologie esposte, portando ottimi risultati in termini di business e ordini siglati”. Con una notazione: sono aumentati gli accrediti online a conferma di una tendenza a programmare in anticipo la visita a Simac Tanning Tech.