Simona Severini, una peperina che canta Gershwin ed Ellington

Non si scopre nulla dicendo che Giorgio Gaslini ha sempre considerato importante la voce nella musica. Alcune fra le migliori cantanti italiane di jazz e dintorni - come Tiziana Ghiglioni, Francesca Oliveri, Roberta Gambarini e Laura Fedele - gli devono molto. Adesso ne propone un'altra, facendola debuttare in duo con lui al Club Milestone di Piacenza. Si chiama Simona Severini, milanese, 21 anni, studentessa di filosofia, e ha una splendida presenza scenica: Gaslini l'ha scelta fra un cast di 30 voci. L'incipit di Simona è addirittura temerario: attacca A Foggy Day di Gershwin da sola, senza l'ausilio del pianoforte, e prosegue quanto basta per far capire subito che ha una voce bella, perfettamente intonata, che non richiama alla memoria i consueti modelli delle grandi vocalist americane. Il canto si muove fra il registro medio basso e il medio alto e il dialogo con Gaslini è quanto mai pregevole. Alla fine si contano sei brani di Gershwin e cinque di Ellington, eccellenti.