Simoncelli iridato 250 Rossi vince nella MotoGp

Motociclismo: l'italiano Marco Simoncelli (Gilera) è stato consacrato campione del
mondo nella classe 250, a Sepang: gli è bastato arivare terzo nel Gran
premio di Malaysia. Rossi vince nella 500

Sepang - L'italiano Marco Simoncelli (Gilera) è stato consacrato campione del mondo nella classe 250, oggi a Sepang, essendo arrivato terzo nel Gran premio di Malaysia. Al pilota di Riccione è bastato un terzo posto nel Gp vinto dal rivale iberico della Aprilia Alvaro Bautista sul giapponese della Ktm Hiroshi Aoyama, per conquistare aritmeticamente il titolo iridato della quarto di litro con una prova d'anticipo sul calendario. Il ventunenne è l'undicesimo azzurro a laurearsi campione del mondo della 250. 

Rossi vince in MotoGp Valentino Rossi è tornato sul gradino più alto del podio del Gp di Malaysia, conquistando in 43'06"007 il suo quinto successo a Sepang. Il pesarese della Yamaha ha preceduto lo spagnolo Daniel Pedrosa (Honda, a 4"008), leader delle fasi iniziali della corsa. A conclusione di un vivace duello con lo statunitesne Nicky Hayden, il forlivese Andrea Dovizioso (Honda, a 8"536) ha intascato il suo primo podio nella classe regina. Settimo s'é piazzato Loris Capirossi (Suzuki), penultimo Marco Melandri (Ducati).

Simoncelli: dalle minimoto al mondiale Marco Simoncelli, nato a Cattolica (Ravenna) il 20 gennaio 1987, comincia a correre a 7 anni con le minimoto nella sua città. A 12 anni Superpippo diventa campione italiano, così come nel 2000, anno nel quale gareggia per il titolo europeo conquistando la 2/a posizione. A 14 anni il capellone della Gilera prende parte al Trofeo Honda NR (sale in 2 occasioni sul podio) e al campionato italiano 125 GP. Nel 2002 è campione europeo classe 125cc e lo stesso anno, dopo un buon apprendistato a livello nazionale ed europeo, debutta nel Motomondiale 125cc come wild card e conquista la 13/a posizione all'Estoril. Il 2003 lo vede impegnato per la prima stagione completa del Campionato del Mondo e conclude 6 gare in zona punti, tra le quali spicca la 4/a posizione ottenuta a Valencia in una gara molto combattuta. Il 2004 è per Simoncelli un'annata difficile e gli riserva sensazioni contrastanti. Il team NoCable.it Race lo ingaggia per il 2005, sperando di vederlo sempre tra i primi della classe. Vince un altro gran premio a Jerez, il suo circuito preferito, e sale in tutto sei volte sul podio, ma pur lottando sempre per le posizioni di vertice, esce dalla lotta per il mondiale già a metà stagione.
La stagione successiva passa in 250, alla guida della Gilera, scuderia dove milita tuttora con Locatelli e con capotecnico Rossano Brazzi, già tecnico di campioni come Rossi e Melandri, il quale però si ammala dopo le prime gare lasciando Marco senza una vera "guida" durante tutta la stagione.
L'anno successivo, il 2007, l'Aprilia toglie a Simoncelli la moto ufficiale e gli affida una Aprilia LE sempre nel team Metis Gilera, ma gestita tecnicamente da Aligi Deganello. E' una stagione avara di risultati, ma nella quale Marco cresce molto. Nel 2008 le cose vanno molto meglio per il romagnolo: nonostante la moto non ufficiale, utilizzata fino alla gara di Assen, aveva ottenuto 2 vittorie, 3 secondi ed 1 terzo posto. Ricevuta una moto evoluta, ha vinto al Sachsenring, a Motegi, e a Phillip Island per poi laurearsi campione del mondo della classe 250 sul circuito di Sepang in Malaysia con la benedizione del suo idolo Valentino Rossi.