Simone e Lorenzo colpiti senza pietà

Luigi Chiatti, geometra, introverso e schivo, si trasforma in mostro il 4 ottobre 1992. La prima vittima è Simone Allegretti, un bimbo di 4 anni incontrato al parco: lo porta casa e tenta di violentarlo. Il bimbo piange e lui lo ammazza. Il 7 agosto 1993, il maniaco torna ad uccidere. La vittima è Lorenzo Paolucci, ha 13 anni. Chiatti lo incontra per caso, al parco: lo attira in casa e lo uccide con un forchettone. Dopo il primo omicidio, Chiatti si «costituisce» lasciando in una cabina un bigliettino in cui si firma «Il mostro».