SIMONE RAINERI

«DA DUE ANNI NON ESCO CON GLI AMICI...»
Simone Raineri ha dalla sua l’oro già vinto a Sydney e l’entusiasmo che l’età non gli ha ancora portato via. Forse per questo dei tre veterani pare il più sereno. Come se ormai si fosse fatto una ragione dei patimenti del suo sport. Ed è l’unico che riesce a spiegare perché diavolo uno pratichi il canottaggio: «Ovviamente non lo facciamo per i soldi o per quel briciolo di popolarità che ne deriva ogni quattro anni. Per esempio qui, ora: abbiamo compiuto qualcosa di grandioso e ne parlerete fino a domani. Punto. No, si fa canottaggio perché fa star bene con se stessi, perché è una vera sfida nel trovare il punto limite della persona». Domanda a bruciapelo: da quanto non esce la sera con gli amici? «Da due anni. Non perché non ne abbia, ma sono sempre via e quando torno a casa dopo gli allenamenti massacranti ho solo voglia di dormire».