Simply Red «live» per sognare gli anni ’80

Prima della band sul palco sale Nate James, giovane autore del genere funky pop

Carlo Garrè

Gli anni ’80, ormai da qualche tempo, continuano ad essere il periodo storico da cui riemergono band e artisti di successo e questa sera a Cernobbio nella bella cornice di Villa Erba (ore 21.00 - ingresso 30 euro) arriva una band che è uno dei simboli di quel decennio, i Simply Red. Un legame particolare lega questa band capitanata dal rosso Mick Hucknall all’Italia, ormai diventata la sua seconda patria, visto che il cantante ha comprato anche diversi terreni in Sicilia dove ha avviato la produzione di vino sulle pendici dell’Etna; il vino non poteva che chiamarsi Simply Red. Mick Hucknal è l’immagine della band di Manchester che negli anni ha cambiato la formazione attorno al leader che agli esordi era famoso per la fluente capigliatura rossa a riccioli e per il rubino che si era fatto innestare in un incisivo.
Gli esordi a questo punto sono davvero lontani, datati 1985, quando il gruppo si presentò per la prima volta nelle classifiche inglesi ed italiane con l’album Picture Book. Da li la strada della band di Hucknall è sempre stata tra alti e bassi, tra flop e grande successo, come testimonia l’album Stars del 1991 diventato il disco più venduto in Inghilterra ed Europa a cavallo tra il ’91 e il ’92, un disco pregno di significati anche politici nascosti, l’esempio migliore è la ballata Wonderland che andava contro la politica di Margareth Thatcher. Un successo planetario quello di Stars che ha portato da qui in poi i Simply Red a diventare un progetto essenzialmente solista di Hucknall. Il nome dei Simply Red da qui in poi è andato decadendo senza riuscire a trovare il successo conosciuto in passato, segno dei tempi che cambiano e del fatto che l’attenzione della gente negli anni ’90 era rivolto ad un nuovo genere di pop-music non contaminata da sensazioni provenienti dagli anni ’80, almeno sino agli agli anni 2000, precisamente 2003 quando Hucknall presenta al pubblico il singolo Sunrise (contenuto nell’album Home), la canzone diventa improvvisamente un tormentone in tutta Europa ed i Simply Red si ritrovano nuovamente in testa a tutte le classifiche, soprattutto in Italia dove Sunrise diventa colonna sonora di un fortunato spot per una compagnia telefonica. È questo il periodo in cui Hucknall si innamora della Sicilia e sceglie di registrare il DVD dal vivo, Live in Sicily nella spettacolare atmosfera del Teatro Greco di Taormina.
La produzione discografica di Hucknall non si ferma e due anni dopo ecco pronto all’uscita Simplified, nuovo disco che conferma il successo del progetto. In Simplified, Hucknall e soci, regalano tre inediti (il più noto è Perfect Love), oltre che andare a rivisitare in versione innovativa tra jazz, orchestrale e latino americano i loro successi del passato, una sorta di greatest hits più interessante delle solite raccolte di successi, canzoni da hit parade che saranno il cardine del concerto di questa sera a Cernobbio.
In apertura ai Simply Red si esibirà Nate James, giovane autore funky-pop che ricorda Jamiroquai e Stevie Wonder che sta guadagnando le parti alte delle classifiche grazie alla canzone The Message.


Simply Red, Villa Erba a Cernobbio ore 21, biglietto 30 euro