IL SIMPOSIO

Non è un romanzo di fantastoria. Immaginate che in Vaticano si riuniscano fisici nucleari arrivati da ogni parte del mondo e si mettano a discutere di teoria delle stringhe, materia oscura, del mistero dei neutrini, meccanica quantistica, quark, supermondo e buchi neri. Gli scettici diranno che la Chiesa non è più la stessa. Invece è del tutto normale. La fede non vieta di interrogarsi sui confini dell’universo e sulle teorie scientifiche che disegnano la nostra visione del mondo. Da oggi al 2 novembre si svolgerà alla Pontificia Accademia delle Scienze, in Vaticano, il Simposio Internazionale su «Subnuclear Physics: Past, Present and Future». Ad esso partecipano cinquanta fisici di tutto il mondo le cui scoperte e invenzioni saranno il fulcro del Simposio. Il Chairman del Simposio è il professore Antonino Zichichi. Il calendario dei lavori è sul web: www.pas.va.