Sindacato apre a taglio dei costi

Il boom delle vendite che Gm è riuscita a mettere a segno nella stagione estiva, grazie alla formula «sconti dipendenti a tutti», non riuscirà a evitare al colosso automobilistico un ennesimo anno di crisi nel corso del 2006. È quanto prevede lo stesso sindacato United auto workers (Uaw) che considererà l’ipotesi di andare incontro alle richieste del gruppo di Detroit, relative al taglio dei costi. Secondo quanto riportato dal Wall Street Journal, un’apertura del sindacato alle posizioni di Gm sarebbe una vera e propria svolta nei rapporti tra le due controparti. Intanto, Toni Simonetti, portavoce del colosso, ha dichiarato che le vendite di agosto del gruppo sono in linea con le attese.