Il sindacato della polizia offre un impiego a Mario Placanica

«Se Mario Placanica lo vuole, il Coisp si adopererà perchè possa prendere servizio in Polizia, mettendo in atto tutte le possibili azioni presso il Dipartimento affinchè questo leale operatore di sicurezza possa trovare lavoro, mantenere la famiglia e offrire il suo contributo alla società, quella collettività che ha difeso a Genova, trovandosi nelle condizioni di difendere, purtroppo, se stesso». Lo afferma Franco Maccari, segretario generale del sindacato di polizia Coisp. «Heidi Giuliani - prosegue Maccari - continua a blaterare richieste di verità». La verità vera è che un ex carabiniere come Mario Placanica, ora disoccupato, si è trovato a doversi difendere dalla violenza non di pacifici dimostranti, ma di un pugno di violenti facinorosi, fra cui Carlo Giuliani».
«Il Coisp - sottolinea il segretario generale del Coisp - non può che sostenere l' azione legale di risarcimento dei danni a carico della famiglia Giuliani ed essere solidale con Placanica».
Per Maccari «le parole di verità che chiede Heidi Giuliani dovrebbe trovarle in se stessa come madre ed educatrice, invece che in ambito politico, zimbello improvvido di forze partitiche che hanno bisogno di eroi perchè di eroi non ne hanno. I carabinieri invece sì, e probabilmente la cosa dà fastidio a chi vorrebbe sovvertire o quanto meno mettere in discussione gli ordinamenti dello Stato. Siamo stanchi di sentire gli sproloqui della Giuliani e siamo certi sia anche questo il pensiero dell' opinione pubblica».
Intanto si leva anche la voce della moglie di Placanica, Sveva Mancuso, che spiega che - come anticipato da il Giornale nei giorni scorsi - il marito è pronto ad avviare un’azione per ottenere una richiesta di risarcimento.