Sindaci Cdl all’Anci: «Niente assemblea»

Gli amministratori di centrodestra sono pronti a disertare l'Assemblea annuale dell’Anci, prevista dal 19 al 22 ottobre a Cagliari, dopo che il presidente dell’associazione, Leonardo Domenici ha parlato di «conflitto tra istituzioni» e di «campagna denigratoria nei confronti degli Enti locali». La scelta è annunciata da due esponenti di An, Silvano Moffa e Giovanni Collino. Domenici «dimentica di rappresentare tutti i comuni italiani - dicono i due esponenti - e si mette a fare il sindacalista di parte». L’atteggiamento dell'Anci «è censurabile perché alimenta un conflitto tra le istituzioni. Se non cessa questo clima l’Assemblea se la fanno da soli». All’origine dello scontro la manovra finanziaria e i tagli agli Enti locali, oggetto di una «inaccettabile aggressione politica». Anche il sindaco di Reggio Calabria, Giuseppe Scopelliti (An), è sulla stessa linea: «Il governo sta operando non per affossare i comuni, ma per recuperare il deficit in maniera proporzionata».