«Sindaci, vietate le moto d’acqua»

Il presidente del Codacons, Carlo Rienzi, ha inoltrato ieri un appello a tutti i sindaci delle città affacciate sul mare affinché vietino negli specchi d’acqua di loro competenza l’utilizzo delle moto d’acqua. «Se non si rispettano le regole - ha detto Rienzi - quei mezzi possono diventare estremamente pericolosi». La circolazione è vietata agli acquascooter entro 300 metri dalla costa, e la partenza e il rientro a riva devono essere effettuati negli appositi corridoi di lancio. Poche e importanti regole non sempre rispettate a dovere. «Il problema - ha aggiunto il presidente dell'associazione dei consumatori - è che le moto d’acqua vengono noleggiate a tutti senza necessità di patente o abilitazione alla guida. Chiediamo perciò ai sindaci di tutta Italia di vietare gli acquascooter su tutto il territorio, per tutelare l'incolumità dei bagnanti».