«Il sindaco ci dia aiuto»

Sicurezza declinata al femminile: questa la priorità anche per Maryan Ismail, somala da 26 anni in Italia, in prima fila nella lotta all’infibulazione. «Noi di Donne in Rete lavoriamo per tutelare la dignità delle bambine con progetti contro la mutilazione genitale femminile: il tema della sicurezza non può prescindere dalle violenze contro le minori africane». Contraria al progetto promosso dall’ente regionale di sostituire l’escissione con una «puntura simbolica» sul clitoride, Ismail chiede al sindaco di allearsi alla loro battaglia a difesa delle bambine.