Sindaco devolve il suo stipendio ad allievi bisognosi

Per tanti pubblici amministratori che nei loro «programmi» di governo inseriscono anche l’aumento del proprio stipendio, ce n’è uno nel Napoletano che invece, appena eletto, ha devoluto il suo a una Fondazione, intitolata al padre, per destinarlo a studenti dalle tre B (bravi, buoni e bisognosi). Lui è Antonio Amente, sindaco Pdl di Melito. Non ha rinunciato a una cifra da poco: Amente, medico di base, ha devoluto 4mila euro al mese (per 12 mesi). «Voglio governare gratis, un po’ come il premier» ha detto. La delibera con la quale il sindaco devolve i propri emolumenti è già stata approvata in giunta ed è quindi esecutiva. Sarà la scuola a individuare gli alunni più meritevoli mentre per i prossimi due anni il sindaco devolverà i propri introiti alla costruzione di un asilo in un quartiere popolare del Paese. Amente, non ha devoluto solo il suo stipendio ma anche una quindicina di ore della sua professione.