Sindaco, Formigoni vuole le primarie

Roberto Formigoni propone le primarie per il sindaco di Milano nel caso in cui Letizia Moratti decidesse di non candidarsi. E scatena le reazioni dei vertici cittadini di Forza Italia, contrari allo scontro tra aspiranti candidati o almeno convinti che non sia il momento migliore per discuterne. Formigoni pensa già alle incognite del domani: «Se Letizia Moratti ci sta, è lei il candidato. Altrimenti mi sembra che chi solleciti le primarie indichi la strada giusta». Ma il ragionamento non convince i vertici azzurri del partito. Maurizio Lupi invita alla calma: «Non facciamoci del male. Le primarie sono un problema che in questo momento non riguarda il centrodestra a Milano. Abbiamo un candidato forte che si chiama Letizia Moratti». Opinione condivisa da Luigi Casero: «Questo delle primarie rischia di diventare un tormentone. È un’iniziativa difficile da organizzare e non praticabile».
Un no secco alle primarie milanesi arriva anche dal vicepresidente di An, Ignazio La Russa: «Non sono all’ordine del giorno e non credo che le faremo. A Milano rischiano solo di riaccendere lo scontro tra i partiti».