Il sindaco di Genova si gioca sul taxi anche il suo vice

Ha già perso per strada Rifondazione, ora sta per lasciare anche l’Ulivo, i sopravvissuti al Pd, che sono ad un passo dalla rottura con la giunta comunale di Genova. Il sindaco Marta Vincenzi, insomma, continua a perdere colpi. L’ultimo strappo lo ha causato il suo vice Paolo Pissarello, assessore alla mobilità, che in commissione urbanistica ha affossato una richiesta trasversale di consiglieri che chiedevano una sperimentazione per aprire le corsie riservate a bus e taxi anche alle due ruote: «Esprimete emozioni personali, non pareri tecnici, non vi teniamo in considerazione» è stato in sintesi l’intervento di Pissarello (membro «tecnico» della giunta) che ha fatto scatenare la reazione della maggioranza. Attacchi durissimi da Idv e Pd che hanno stroncato il vicesindaco: «Non rappresenti nessuno, siamo noi la voce della gente». Dal gruppo dell’Ulivo il commento lapidario: «La giunta non conclude niente. Ce ne andiamo».