Il sindaco di Lampedusa: «Denuncerò il ministro»

Il sindaco di Lampedusa, Dino De Rubeis, denuncerà il ministro dell’Interno Roberto Maroni per violazione delle leggi sull’immigrazione. È l’ultimo atto di un lungo braccio di ferro ingaggiato tra la cittadinanza e l’amministrazione comunale, contrarie all’apertura sull’isola di un centro di identificazione ed espulsione dei migranti e il ministro dell’Interno, Roberto Maroni. Il Cie dovrebbe essere realizzato nell’ex base navale Loran, in cui questi giorni sono al lavoro tecnici dei vigili del fuoco impegnati ad allestire la struttura per la nuova destinazione. Secondo l’amministrazione comunale e il sindaco De Rubeis, il ministro Maroni, con la sua politica dei rimpatri diretti da Lampedusa dei migranti, violerebbe l’articolo 4 dell’allegato quarto della Convenzione europea sui diritti dell’uomo e gli articoli 10, 13 e 24 della Costituzione italiana.