Il sindaco della Maddalena: contiamo ancora su di lui

«Il nostro riferimento per i progetti che riguardano il rilancio della città continua a essere Guido Bertolaso. Lui è stato nominato dalla presidenza del Consiglio, le sue dimissioni sono state respinte e non mi risulta sia stato arrestato. È un mio convincimento personale che riuscirà a dimostrare la sua estraneità ai fatti che riguardano questa inchiesta». Parola di Angelo Comiti, sindaco di La Maddalena. Un arcipelago alle prese con una nuova sfida, dopo il grande progetto del G8 trasferito in Abruzzo dopo il terremoto dello scorso aprile: l’organizzazione della Vuitton Cup, la regata più importante del mondo dopo la Coppa America. Il governo ha già stanziato 4 milioni per l’evento internazionale, metà destinati ai team organizzatori e metà ai nuovi lavori urbanistici nel territorio. «La nostra città è in mezzo al guado, c’è una grossa crisi occupazionale – spiega Comiti –. Per questo rivolgo un appello affinché governo e Regione Sardegna riprendano in mano il destino della nostra collettività». Un destino in bilico, ora che Guido Bertolaso – «plenipotenziario» per l’organizzazione del grande evento sportivo – è finito nel registro degli indagati. «Spero che l’avventura prosegua, nel senso che c’è stato un grande disegno voluto dalle istituzioni per rilanciare la nostra economia e che per far ciò sono state investite ingenti risorse pubbliche» continua il sindaco. Dopo l’interruzione del grande progetto del G8, infatti, «stavamo riannodando i fili di un percorso interrotto, stavamo iniziando a lavorare per il grande evento della Vuitton Cup, e la preoccupazione ora è che questi eventi non provochino un nuovo stop del processo di cui abbiamo tanto bisogno. Non vorrei correre il rischio di far parte di chi vuole buttare via il bambino con l’acqua sporca».
Una difesa «senza se e senza ma» di Bertolaso arriva anche dal sindaco di Assisi, Claudio Ricci: «Rappresenta un esempio da imitare di attaccamento alle istituzioni e di servizio allo Stato e alla gente. Ho avuto, in questi anni, il privilegio di conoscerlo. Ha dimostrato trasparenza, estrema operatività e velocità nel risolvere i problemi nonchè una grande umanità e attenzione agli altri».