Sindaco Marta bocciata anche a casa sua Pesante documento approvato nel Municipio della Valpolcevera guidato dal centrosinistra contro la Vincenzi per il progetto del nuovo ospedale. Altre stroncature per la Gronda, l’ex rimessa Amt di Boccadasse e la mo

Altro che il microfono aperto dello sbadato ma disciplinato Simone Farello. Qui non c'è il dietro le quinte, ma c'è il nero su bianco. Un documento votato ieri sera dal Municipio Valpolcevera e presentato dai gruppi politici di maggioranza, Pd, Comunisti Italiani, Unione a Sinistra e Italia dei Valori. La bordata a Marta Vincenzi arriva proprio nel «suo» territorio e ha come oggetto l'ospedale del Ponente e la decisione, da rendere ancora ufficiale con delibera ma ormai resa nota dal sindaco a stampa e consiglio comunale, di indicare l'area di via Degola quale sede della nuova struttura. Una scelta che non è condivisa dal Municipio guidato da Gianni Crivello che considera «sbagliata» l'area di Sampierdarena e ne elenca i motivi valutando, nell'interpellanza al primo cittadino, via Degola come area non idonea ad ospitare una struttura sanitaria.
Il perché è motivato dal fatto che non corrisponderebbe alle caratteristiche espresse dalla Regione nel piano sanitario. In primis c'è il fatto che la giunta Burlando aveva chiesto di individuare il nuovo ospedale tra cinque aree (Carmagnani, Fonderie di Multedo, Fincantieri Nord, Erzelli, Villa Bombrini) e ne è stata individuata una sesta, sulla quale si dovrà ridiscutere con la Regione. E poi, ricordando che il Municipio Valpolcevera, rinunciando all'ospedale di Vallata, aveva espresso la propria preferenza per Villa Bombrini, (...)