Il sindaco-scrittore: esce in libreria il romanzo di Veltroni

Chi l’avrebbe mai detto che anche un sindaco superimpegnato come quello di Roma avrebbe trovato il tempo per scrivere un romanzo? «Una storia misteriosa» ma «non un giallo» come lui stesso ha tenuto a sottolineare. Il titolo? «La scoperta dell’alba» sarà in vendita dal 30 agosto. La sua uscita è stata più volte rimandata soprattutto alla vigilia delle ultime elezioni comunali, «evitare di finire nel tritacarne elettorale», ha detto. Già perchè questo volume, edito da Rizzoli e dal costo di 16 euro, autore Walter Veltroni, era in realtà già pronto nell’estate del 2005, quando ad agosto il primo cittadino, preoccupato per la ventilata minaccia terroristica, rimase a Roma. Nella scheda di presentazione, si racconta di «un doloroso mistero e le ferite degli anni di piombo in un romanzo forte e toccante che parla a ciascuno di noi». Nel passato di Giovanni Astengo, il protagonista - poco più di 40 anni, una moglie in carriera e due figli amatissimi - c’è una ferita mai rimarginata: una domenica mattina, quando lui aveva 13 anni, suo padre è scomparso. In un’alba d’agosto, Giovanni prova l’impulso di tornare nel casale di campagna della sua famiglia e si lascia andare ai ricordi». Il romanzo sarà presentato da Veltroni alla festa de l’Unità a Milano. Il sindaco non è nuovo a imprese letterarie. Si è già cimentato in una raccolta di racconti «Senza Patricio», la biografia di un jazzista «Il disco del mondo, vita breve di Luca Flores, musicista», e poi ancora il diario di un viaggio in Africa e una scelta di scritti di Bob Kennedy.