La Sindaco di sinistra non si cura della rampa di destra

Egregio Dott. Lussana, ma il Sindaco di Genova, signora Marta Vincenzi, ha mai percorso la rampa di uscita della Sopraelevata a Sampierdarena, quella che scende in direzione di via Buranello? E se lo ha fatto ha mai guardato a destra?
Mi rendo conto che Supermarta ha costantemente lo sguardo rivolto a sinistra ma una volta tanto potrebbe fare un piccolo sforzo e girare la testa se non altro per amore della città che l’ha scelta come Sindaco.
Perché alla sua destra vedrebbe, separata dalla sede stradale da una semplice rete, un’area cintata, irta di rovi come un sottobosco, colma di rifiuti urbani ormai stratificati da un’incuria che è riduttivo definire decennale.
Se poi il nostro primo cittadino rallenta per affrontare con la dovuta cautela la rotonda posta alla fine della rampa, avrà modo di vedere affiorare tra i rovi tutti gli status symbol della civiltà dei consumi: bottiglie di vetro e di plastica, borse di nylon, cartoni sfondati, cassette in polistirolo, ferraglia assortita e chi più ne ha più ne metta.
È questo il biglietto da visita che Genova consegna ai visitatori e ai turisti che discendono la rampa per raggiungere il Terminal Traghetti.
È questa l’immagine che resterà nella loro memoria a ricordo di una città che una volta era Superba e che oggi è solo sciatta, sporca e trasandata.
Un ricordo sgradevole da cancellare al più presto appena rientrati in patria.
Cordialmente.