Il sindaco snobba il Gabibbo

Il pupazzo ha denunciato lo scandalo dell’ex Scaniglia

Roberta Bottino

Il Gabibbo è arrivato a Genova con la simpatia travolgente che lo contraddistingue per punzecchiare il Comune. Lo scandalo dell’ex ospizio Scaniglia Tubino di Sampiardarena, che da tempo immemorabile è diventato il regno incontrastato di sbandati e cinghiali, ha raggiunto anche Striscia la Notizia. Il consigliere azzurro Fabio Costa della circoscrizione Centro Ovest ha contattato il «genovesissimo» pupazzo rosso per denunciare lo scandalo legato allo Scaniglia.
In mattinata la troupe di Striscia si è recata davanti ai cancelli dell’ex casa di riposo e ha potuto constatare lo stato di profondo degrado in cui versa la struttura. Dopo aver fatto amicizia con la numerosa famiglia di cinghiali che scorrazza nel parco della villa, il Gabibbo si è spostato in centro alla ricerca del Sindaco perduto. Già, perché una volta arrivato a Palazzo Tursi per circa un’ora nessuna autorità competente si è fatta vedere. L’attesa al sesto piano, nella saletta deserta del vice sindaco è sembrata interminabile, ma alla fine qualcuno è arrivato. Non si trattava però né del primo cittadino Giuseppe Pericu, impegnato in qualche conferenza altrove, né del vice sindaco Alberto Ghio fuori città, né di qualsiasi assessore, ma ha fatto capolino la dottoressa Simonetta Menini, capo ufficio stampa del Comune.
Il Gabibbo armato di microfono ha iniziato a chiedere perché l’ex casa di riposo di Sampiardarena, nella quale il Comune ha investito enormi capitali, sia stata abbandonata al degrado e al vandalismo. «Io come ufficio stampa del Comune mi scuso - dice Simonetta Menini -, ma ho dovuto raccogliere le informazioni all’ultimo minuto dal vice sindaco. I lavori nell’istituto Scaniglia, mi hanno riferito, inizieranno nell’ottobre di quest’anno».
Il Gabibbo chiede però cosa accadrà a tutti quei cinghiali che vivono nei dintorni della villa. «Sicuramente il problema c’è e si farà il possibile per tutelare la salute degli animali».
Le risposte sarebbero state molto più «complete» se solo il sindaco o il vice sindaco si fossero presentati davanti ai microfoni di Striscia. Il consigliere Fabio Costa fianco a fianco del pupazzone di Striscia la Notizia non è soddisfatto. «È sconfortante - dice -, che nessuno si sia presentato». Al Gabibbo è anche stato detto che i lavori allo Scaniglia Tubino prenderanno il via a ottobre. Al sindaco e al vice sindaco, che si sono persi l’arrivo di Striscia la Notizia, a questo punto non resta che guardare in televisione la puntata in cui il Gabibbo mostrerà a tutta Italia lo scandalo dell’ex ospizio Scaniglia Tubino.

Annunci

Altri articoli