Singapore la città più telematica del mondo

Il Networked Society City Index, elaborato grazie a uno studio condotto da Ericsson insieme alla società di consulenza Arthur D. Little, mostra che le città caratterizzate da un maggiore tasso di penetrazione dell'ICT riescono a gestire meglio questioni relative all'ambiente, alle infrastrutture, alla pubblica sicurezza, alla qualità della sanità e all'istruzione.
Le prime tre città classificate, Singapore, Stoccolma e Seoul, grazie agli investimenti nell'ICT, hanno infatti raggiunto numerosi obiettivi in ambito sociale, economico e ambientale. Singapore, per esempio, sta guidando l'innovazione nel settore della sanità digitale e sta introducendo sistemi all'avanguardia per gestire al meglio il traffico. A Stoccolma, invece, l'ICT è utilizzato come leva per favorire la collaborazione in ambito R&S e la condivisione di sapere, mentre Seoul sfrutta le potenzialità dell'ICT per realizzare progetti high-tech sostenibili.
L'index può essere anche un ottimo strumento per stimolare le città classificate nelle ultime posizioni a migliorare, incoraggiandole a fornire l'accesso alle tecnologie digitali e la formazione in ambito ICT ai segmenti meno privilegiati della popolazione con l'obiettivo di ridurre il digital divide. Le prime 10 città del Networked Society City Index sono: Singapore, Stoccolma, Seoul, Londra, Parigi, New York, Tokyo, Los Angeles, Shanghai e Pechino.