Sinigallia, per Natale la Fiera «raddoppia»

Non più solo il sabato ma anche la domenica per tutto il periodo delle Festività

La campagna per rilanciare il mercato di Sinigallia è partita. Recentemente gli operatori dello storico mercato delle pulci, partecipando alla Commissione commercio in Comune, si erano lamentati per il calo di affari registrato dallo scorso 6 agosto, da quando cioè sono stati costretti ad abbandonare la Darsena e traslocare nel vecchio parcheggio della stazione di Porta Genova, per consentire l’avvio degli scavi archeologici nell’area del futuro parcheggio. Secondo gli ambulanti, il trasferimento sarebbe avvenuto troppo «in sordina», senza essere accompagnato da un’adeguata pubblicità. Ma ora il Comune, che ha ascoltato e condiviso le proteste, è pronto a correre ai ripari. Intanto, già dalla scorsa settimana ha piazzato grandi striscioni che segnalano meglio il mercato, e in tutta la zona sono stati appesi manifesti che ricordano il trasloco della fiera. «Ma a breve - spiega l’assessore al Commercio Roberto Predolin - saranno collocati gonfaloni anche in altre parti della città, e parteciperò a trasmissioni tv per pubblicizzare meglio la nuova sede del mercato delle pulci, che consideriamo un pezzo di storia milanese e vogliamo abbia la giusta visibilità».
Non è l’unica soluzione alla studio di Palazzo Marino per far ritornare i visitatori in fiera come quando si teneva alla Darsena. «Presto - spiega Predolin - il mercato verrà spostato di qualche centinaio di metri, in una posizione più visibile, e alle spalle sarà creato un ampio parcheggio gestito dai City Angels, che controlleranno che venga utilizzato soltanto dai clienti: posteggiare costerà un euro e l’incasso verrà devoluto in beneficenza». Non è finita: Sinigallia nel periodo prenatalizio potrebbe raddoppiare, a uso e consumo dei milanesi a caccia di regali. «Gli operatori - anticipa l’assessore al Commercio - hanno chiesto di poter esporre sotto Natale sia sabato sia domenica, e l’idea mi vede molto favorevole».