La Sinistra Arcobaleno vuole fare neri i proprietari di case

(...) dell'Olanda e il 60% della Germania dove da anni, la politica della casa è stata presa sul serio». I numeri che l'assessore snocciola sono eloquenti quanto preoccupanti: «Dal 1998 al 2005 gli affitti sono aumentati dell'85% e la media degli affitti, in assoluto la più alta europea, a Genova e di quasi 900 euro». Numeri che secondo Pastorino dovrebbero fare riflettere e per questo motivo, urgono interventi urgenti, volti a limitare il danno che le famiglie genovesi sono costrette a subire in silenzio: «Basti pensare, continua Pastorino, che secondo l'ultimo censimento (anno 2001) a Genova esistono la bellezza di 320mila alloggi dei quali almeno 20mila risultano sfitti e siccome le domande che ogni anno giungono al Comune o all'Arte per ottenere un alloggio pubblico non superano mai le 9 mila, per quale motivo non si riesce a trovare una degna sistemazione a coloro che ne fanno richiesta? Addirittura, ironizza Pastorino, ne rimarrebbero 11 mila vuote». Dello stesso parere è Aleandro Longhi, parlamentare dei Comunisti Italiani: «Tanti anni fa, ricorda Longhi, quando approdai a Tursi l'allora giunta Pericu era sicura di risolvere il problema costruendo quell'enorme complesso abitativo soprannominato “le lavatrici” e solo in un secondo tempo si accorsero che gestire un condominio di 5000 persone era pressoché impossibile. A distanza di anni, cambiano le giunte ma il problema aumenta e dopo lo scempio di Pericu, colpevole di avere svenduto gran parte del patrimonio edilizio del Comune, anche la giunta Burlando ha fatto la stessa cosa svendendo altri edifici per un totale di 120 milioni di Euro: dove sono finiti questi soldi?». Qualcuno domanda come interverrebbero loro, quelli di «Sinistra Arcobaleno» per risolvere questi problemi e risponde ancora Pastorino che una idea chiara c'è l'ha e la butta sul tavolo: «Dobbiamo sapere che attualmente la tassazione sulle rendite catastali non supera il 20%, al contrario delle trattenute fatte in busta paga agli operai che in taluni casi raggiungono il 40%: basterebbe invertire queste aliquote e una parte di problema sarebbe risolto».
Ma oltre una maggiore tassazione a chi possiede più case, secondo l'assessore anche il problema degli affitti in nero andrebbe risolto: come? «Basterebbe dare la possibilità alle famiglie di scaricare sul reddito annuo, anche una piccola parte dell'affitto, in questo modo, conclude Pastorino, tutti avrebbero diritto a chiedere la ricevuta e per contro, i proprietari delle case in questione sarebbero costretti a pagare le tasse». L'ultimo dato che presenta Pastorino conferma il fenomeno degli affitti in nero: «Una recente indagine ha stabilito che a Genova esistono qualcosa come 20 mila contratti di locazione come seconda casa e per capire che c'è qualcosa di strano, basti pensare che nemmeno Venezia e Firenze ne posseggono così tanti».