Sinistra in «Festa» senza candidato

Gli elettori dei Ds e dell’Unione saranno delusi: il candidato a Palazzo Marino non è ancora disponibile. E non sarà presentato alla Festa nazionale dell’Unità, in partenza giovedì prossimo al Montestella. Franco Mirabelli, segretario metropolitano dei Ds, conferma che a sinistra dovranno attendere: «Abbiamo chiesto a diversi personaggi, possibili candidati a sindaco, di farci conoscere la propria disponibilità entro metà settembre. A quel punto decideremo se fare le primarie o no». Il nome non c’è e le ipotesi sono le più disparate. L’incognita principale resta Ferruccio De Bortoli, ancora in pole position come candidato sindaco. Roberto Biscardini, per lo Sdi, ribadisce l’apprezzamento per Veronesi o De Bortoli e dà l’altolà a un’ipotesi Penati: «Sarebbe un pasticcio istituzionale». Un no condiviso dal vicepresidente della provincia, Alberto Mattioli: «Non sarebbe opportuna per rispetto degli elettori». Dice l’esponente della Margherita: «Ritengo che De Bortoli dimostri i giusti connotati e le attitudini». Intanto sul sito Internet che ha dato il via alle primarie del centrosinistra, il candidato più votato è l’ex ministro diessino Pierluigi Bersani.