La sinistra non sogni, Obama è americano mica «terzomondista»

Caro Granzotto, Barack Obama sarà presto il 44º presidente degli Stati Uniti d’America. C’è molta attesa per l’avvenimento anche perché si sostiene che Obama non sia stato eletto dagli americani, ma «dal mondo intero» e che di conseguenza sia il presidente di tutti e di tutto il mondo. Non so se sia vero o solo un’esagerazione, non c’è dubbio però che specie in Italia la sinistra, e in particolare Veltroni, conti molto su Obama anche per un proprio rilancio. Quale siano le linee guida di Obama lo abbiamo appreso nel corso della campagna elettorale, ma tutto il mondo è paese e anche nella democratica America un conto sono le promesse, un conto la realtà dei fatti. Ci sarà davvero l’auspicato cambiamento o questo si limita al fatto che Obama è di colore?