Il Sinodo valdese contro l’ora di religione

Il Sinodo delle chiese valdesi e metodiste - massimo organo decisionale della storica minoranza protestante italiana - ha reiterato il suo «no» all’insegnamento della religione cattolica (Irc) nella scuola pubblica. Un comunicato rende noto che secondo la stragrande maggioranza dei «deputati» riuniti nell’aula sinodale di Torre Pellice, in provincia di Torino, l’Irc non avviene «nel rispetto della libertà di coscienza e di religione, del principio di laicità e aconfessionalità dello Stato». In particolare il Sinodo torna sull’attribuzione del credito scolastico agli alunni che si avvalgono dell’Irc, norma ritenuta «discriminatoria nei confronti di coloro che scelgono di non avvalersi di tale insegnamento».