Sir Elton John e marito Gli auguri di Clinton per le nozze dell’anno

Domani la cerimonia nello stesso ufficio di Windsor dove si è celebrato il matrimonio tra Carlo e Camilla

Lorenzo Amuso

da Londra

Senza troppa originalità, lo ha già definito «il giorno più felice» della sua vita. Una cerimonia ristretta ai parenti più vicini, seguita da un ricevimento fastoso e mondano, degno di una simlie celebrità. Domani mattina - prima data utile in Inghilterra per le registrazioni delle unioni di partenariato civile - Sir Elton John si unirà in matrimonio al compagno David Furnish. Annunciato da poco più di un mese, ma nell'aria dalla prima ipotesi di approvazione del Civil Partnership Act, le nozze della pop-star verranno celebrate nello stesso municipio dove si sono sposati lo scorso aprile il principe Carlo e Camilla, a Windsor. Identico anche l'ufficiale di stato civile, Clair Williams, scelto per officiare il rito. Presenti nella Guildhall (l'ufficio del registro), assieme agli sposi, solo i rispettivi genitori, nella più ristretta privacy. «Saranno i nostri testimoni di nozze - fa sapere il cantante -. Sono stati fantastici con noi e ci hanno sempre appoggiato. Per dimostrare la nostra gratitudine verso di loro, la cerimonia sarà semplice, e riservata a noi».
Niente telecamere, nessun paparazzo. «Abbiamo rifiutato un'offerta di dieci milioni di dollari da parte di una rivista che voleva l'esclusiva - rivela Sir Elton -. Ma abbiamo preferito seguire l'esempio di Madonna. Quando rinunci al tuo privato, anche per una nobile causa come la beneficenza, oltrepassi un punto di non ritorno». A seguire, consumato il pranzo con le famiglie, il bagno di mondanità. Oltre seicento invitati nella villa del baronetto alle porte di Londra: Sting, Bryan Adams, George Michael (a Natale anche lui sposo con il partner texano Kenny Goss), Donatella Versace. E ancora Liz Hurley, Anastacia, Penelope Cruz e Victoria Beckham, senza il marito David impegnato con il Real Madrid. Una festa da oltre un milione di sterline con imponenti misure di sicurezza. L'anticipazione del party si è avuta in un noto locale alla moda di Londra, lunedì sera, dove la coppia ha festeggiato assieme l'addio al celibato.
Nel corso della serata al Too-Too Much di Soho è stato proiettato un video-messaggio dell'ex presidente statunitense Bill Clinton che si è congratulato con la celebre pop star, 58 anni, e il suo fidanzato. Conosciutisi nel 1993, quando David Furnish, 43 anni, lavorava come pubblicitario, da 12 anni fanno coppia fissa. «Siamo molto fortunati - ammette David -. Non riesco ad immaginare un posto più tollerante della Gran Bretagna». Nonostante la nuova legge sui «matrimoni gay» garantisca i medesimi diritti/doveri delle coppie eterosessuali sposate in materia di pensioni, eredità, tasse, immigrazione, Elton John non dimentica le differenze tra i due tipi di unione. «Non credo che sia la stessa cosa. Nel nostro caso non ci sono famiglie da costruire o scuole da scegliere. Si tratta solo di prendersi cura l'uno dell'altro, che certe volte è la cosa più difficile». Ai loro ospiti la coppia ha chiesto di evitare i classici regali da lista nozze, devolvendo piuttosto soldi alla Elton John Aids Foundation, fondazione per la ricerca sull'Aids. In un articolo scritto alla vigilia delle nozze per il domenicale Observer, Elton John ha voluto ricordare tutti gli omosessuali che ancora oggi sono minacciati e oppressi, dal Sud America all'Africa, dal Medio Oriente fino all'Europa.