Siria Carri armati a Baniyas, uccise 4 donne

Mentre attivisti siriani diffondevano la lista dei nomi di circa 800 persone, per lo più civili, «uccisi dalle forze di sicurezza e dai militari» in 53 giorni di manifestazioni, carri armati e blindati sono penetrati nella città di Baniyas e hanno ucciso almeno altre sei persone, quattro delle quali donne, colpite quando le forze dell’ordine hanno aperto il fuoco contro un corteo prevalentemente femminile. Come Daraa, epicentro meridionale della mobilitazione, anche Baniyas, porto a nord-ovest di Damasco, è ormai presidiata dai carri armati dell’esercito. I blindati hanno fatto ingresso nel centro abitato poco dopo l’alba, occupando i quartieri a maggioranza sunniti e risparmiando invece i sobborghi periferici, abitati in prevalenza dagli alawiti, originari delle campagne circostanti e in larga parte fedeli al regime.