Siria e Israele tornano a parlarsi

Dopo otto anni di blocco totale dei negoziati di pace tra Siria e Israele, si torna a parlare, questa volta autorevolmente, di contatti indiretti tra i due Paesi: a farlo è il presidente siriano Bashar al-Assad che indica il premier turco come mediatore e che anticipa una presunta volontà israeliana di rinunciare dopo 40 anni, alle Alture occupate del Golan. In un’intervista apparsa ieri sul quotidiano al-Watan del Qatar, il presidente siriano ha confermato quanto era stato anticipato da fonti di stampa siriane: «Una settimana fa sono stato informato dal premier turco, Tayyip Recep Erdogan, del fatto che Israele è pronta a ritirarsi dalle Alture del Golan occupate, in cambio della pace con la Siria». Siria e Israele sono formalmente in stato di belligeranza dal 1948. Le alture siriane del Golan sono state occupate da Israele nel 1967 e nel 1981 sono state annesse allo Stato ebraico, senza che vi sia stato mai alcun riconoscimento internazionale.