La Siria: impegnati a mediare con Teheran

Kuwait City - La Siria ha intrapreso una mediazione tra Iran e Gran Bretagna per sbloccare la crisi. Lo ha reso noto il ministro degli Esteri Walid Muallem, citato dal quotidiano kuwaitiano al-Anbaa. «Speriamo che sarà raggiunta una soluzione soddisfacente per i quindici marinai britannici prigionieri», ha dichiarato al giornale Muallem. «Una soluzione del genere esige una diplomazia discreta, e la Siria l'ha avviata tra i due Paesi interessati». Il capo della diplomazia siriana ha aggiunto di non credere alla possibilità che la disputa porti a un intervento militare anglo-americano contro la Repubblica Islamica. A Damasco si trova in visita da ieri Nancy Pelosi, leader democratica e presidente della Camera dei Rappresentanti Usa; in giornata Pelosi dovrebbe incontrare il presidente Bashar al-Assad.