«Il sisma? Pubblicità per Haiti»

«Il terremoto è colpa del vudù» ed è «una cosa buona» perché adesso «noi siamo più conosciuti». Le parole del console haitiano a San Paolo, George Samuel Antoine, risuonano ancora in tutta la loro insensatezza in Brasile, dove sono finite in tv giovedì su Sbt Brasil provocando uno scandalo. Antoine ha anche dato la colpa della tragedia «al popolo africano» e alla pratica religiosa della «macumba». Le parole in libertà sono state registrate pochi istanti prima di un'intervista, mentre il funzionario parlava con un altro diplomatico. Ignaro di essere di fronte a microfoni accesi, Antoine ha aggiunto che «l’africano porta una maledizione in sé, e qualsiasi luogo che ospita africani è sfigato». Quando il giornalista gli ha fatto notare che le sue parole erano state registrate, il console è trasalito. Prima si è detto «commosso» dal terremoto, ha preso in mano un rosario e, agitatissimo, ha iniziato a toccarlo, poi ha provato a spiegare che era un malinteso, che parla male in portoghese. Non è bastato a evitare lo scandalo.