Il Sismi non ricattò nessuno. Lo dice il pm

Non c’è nessuna prova che i dossier raccolti dall’ex funzionario del Sismi Pio Pompa su magistrati, politici e giornalisti servissero per ricattarli o intimidirli. Lo dicono i pm romani che indagano sui misteri dell’archivio di Via Nazionale, di fronte al Copaco, nella prima audizione sui misteri dei servizi segreti militari. I magistrati spiegano che la schedatura era sulla base dell’orientamento politico e non su dati della vita privata utilizzabili per ricatti e intimidazioni.