Il sistemone Gatto, mamma e matrimonio Tutto merito loro

Il gatto, la mamma e un matrimonio. Non è un film, ma il cocktail che ha scardinato il forziere da 178 milioni del Superenalotto dopo un’attesa di quasi nove mesi. Come ricostruisce Agipronews, tutto nasce lo scorso 25 settembre a Colico, un paese di 5 mila abitanti in provincia di Lecco, nella ricevitoria di Lorenzo Betti. È stato lui a ideare il supersistema mettendo in gioco in un frullatore numerico elementi statistici e anniversari. Si può dire che il destino del 6 record è stato scritto lo scorso 25 settembre. Quel sabato, Lorenzo Betti festeggia il suo 45esimo anniversario di matrimonio. Il destino vuole che proprio quel giorno il «6» sfugga ancora alla cattura e affianchi il precedente record di Bagnone (oltre 147 milioni). Nelle mente del ricevitore si accende la lampadina: ci sono tutte le basi per tentare il colpaccio. Come prima cosa, inserisce nel suo sistema una serie di numeri ricavati analizzando le sestine vincenti uscite nelle ultime 200 estrazioni del Superenalotto. I più frequenti vengono inseriti nell’elenco dei 44 che andranno a formare il sistema.