Sit in De Lillo: sterilizzare i randagi

In trecento hanno manifestato ieri davanti a Montecitorio per chiedere di risolvere il doloroso problema del randagismo. Tra questi Monica Cirinnà e Fabio De Lillo, passato e presente del fondamentale Ufficio Diritti Animali. L’obiettivo è scongiurare tragici eventi come quelli, recenti, siciliani. Presenti le associazioni «Canili Lazio onlus», «Volontari canili di Porta Portese» e «Forza piccoli Amici». Nel corso della manifestazione, cominciata con un minuto di silenzio per ricordare l’uccisione di Giuseppe, il bambino di Scicli, c’è stata la consegna di un documento a sostegno della linea adottata dal Sottosegretario alla Salute Francesca Martini sul rangagismo. Le associazioni chiedono l’adozione di misure efficaci contro il randagismo come la sterilizzazione obbligatoria degli animali chiusi nei canili, rifugi, gattili; la sterilizzazione obbligatoria di tutti gli animali liberi accuditi presenti sul territorio e una moratoria sulle vendite di animali provenienti da allevamenti amatoriali. Infine il pagamento di tutte le tasse regionali e comunali conseguenti, a vantaggio delle adozioni dai canili.