Per Siti non c'è posto in classifica

Nonostante l'aspro dibattito suscitato dal suo Bruciare tutto (Rizzoli), romanzo sul demone della pedofilia che assale un prete, Walter Siti non entra in Top ten, e neanche nei dieci della Narrativa italiana. Quindi continua il dominio di Storie della buona notte per bambine ribelli (Mondadori). Le cento vite di donne straordinarie, raccontate da Cavallo&Favilli in versione adatta ai più piccoli resta sopra le 10mila copie. Ennesima conferma che ormai il settore per bambini e ragazzi è il vero traino dell'editoria. Poi, a grande distanza, questa settimana si fa avanti Federico Moccia con Tre volte te (Nord), terzo capitolo della saga che ha la sua origine in Tre metri sopra il cielo. Stessi personaggi rivisti ad anni di distanza, trama altrettanto «mocciosa» e risultato in libreria garantito. Che però si attesta solo intorno alle 5mila e 600 copie. Ora bisogna valutare la tenuta sulla lunga durata. Al terzo posto in crescita c'è invece Maurizio De Giovanni: il suo giallo esoterico, sotterraneo e napoletano I guardiani arriva a 4mila e 700 copie.

In discesa al quarto posto è invece Wilbur Smith con L'ultimo faraone. Il prosieguo della saga nell'Egitto antico di Smith non ha avuto un vero exploit di copie (per gli standard di Smith, si intenda) però sta mostrando una buona continuità che potrebbe fare la differenza al momento dei bilanci editoriali. Al quinto posto invece lo youtuber di turno Marco Leonardi raggiunge le 3mila e 300 copie con Il web mi ha tolto dalla strada (Mondadori Electa). Altra dimostrazione della forza dell'editoria che punta ai giovani. Restando in Top ten va invece segnalato Viaggiare in giallo edito da Sellerio. La casa palermitana è ormai specializzata in serie di raccolte di gialli brevi firmati dalle migliori penne del suo catalogo. Funzionano sempre, contraddicendo il teorema secondo cui i racconti in libreria funzionano poco. Certo, in questo caso pesa l'effetto «all stars» provocato dal vedere tante firme schierate. Per il resto va segnalato il successo di Antonino Cannavacciuolo, il più televisivo dei cuochi. Mettici il cuore. 50 ricette per la cucina di tutti i giorni è in cima alla Varia. E noi golosi tifiamo per lui che scalza le diete salutiste.