Sito internet con dialetto

Dopo la lingua inglese, francese, italiana e tedesca, il sito internet del Comune di Alassio sarà tradotto anche in «lingua» alassina, in realtà il dialetto locale fatto di espressioni particolarmente efficaci per rendere idee, concetti, situazioni in maniera sintetica e, a volte, anche simpaticamente colorita.
Si tratta di un progetto, quello della «quinta lingua» sul sito internet, fortemente voluto dall'amministrazione comunale locale, i cui vertici, fra l’altro, hanno dichiarato apertamente: «Ci piace pensare che sia la lingua di Alassio a presentare la città al mondo intero».
L’iniziativa ha una valenza importante, secondo il giudizio degli osservatori, anche dal punto di vista della più generale politica di accoglienza, nell’ottica della valorizzazione del patrimonio storico di cultura e folclore che fa parte integrante della tradizione alassina.
Curatore del sito telematico è Emerson Fortunato, che ha ricevuto la collaborazione dell'Associazione Vecchia Alassio, editrice del mensile informativo de «L'Alassino», e del poeta-scrittore Gianni Croce.
Quest’ultimo, riconosciuto esperto di testimonianze e tradizioni popolari locali, realizzerà le traduzioni in dialetto.
Tutta la sezione turistica del sito sarà, inoltre, consultabile anche in alassino originale.
Il sito del Comune di Alassio è diventato accessibile anche ai non vedenti. Secondo le direttive contenute nella «legge Stanca», il Servizio Informatica dell’amministrazione comunale alassina pubblica infatti la «versione accessibile» del proprio sito.
I disabili, utilizzando un apposito programma informatico capace di «leggere» le pagine di un sito e, mediante sintesi vocale, comunicarne il contenuto all'utente non vedente, superano le barriere tecnologiche della rete e navigano come qualsiasi altro utente sostituendo la vista con l'udito.