Al Siviglia va quella europea Barça e Ronaldinho umiliati

La sorpresa che non t’aspetti. Il Barcellona delle stelle: i blaugrana dall’attacco stellare con Ronaldinho, Eto’o, Messi e Deco, al primo impegno stagionale che conta, alzano bandiera bianca nel derby spagnolo per la Supercoppa europea, umiliati 3-0 dal sorprendente Siviglia di Juande Ramos. Continua quindi la crisi del numero uno mondiale, Ronaldinho deludente nel mondiale tedesco, altrettanto grigio e ininfluente ieri sera allo stadio Luis II. Il tecnico del Barça, Frank Rijkaard dà spazio alla vecchia guardia, ai giocatori che hanno conquistato la Champions e tiene in panchina Thuram e Zambrotta, mentre anche il Siviglia rinuncia all’italiano Maresca (entra negli ultimi 15’ e segna al 90’ il rigore del trionfo), eroe della finale Uefa contro il Middlesbrough, ma manda in campo il neo acquisto Poulsen, si proprio il danese «sputacchiato» da Totti nell’europeo in Portogallo e litigioso nella scorsa Champions con il rossonero Gattuso. Partono forte gli andalusi che mettono subito in crisi la retroguardia catalana e in 11 minuti costruiscono tre palle gol: al 3’ un tiro di Escudé viene parato a terra: al 7’ arriva il primo gol. Renato a Poulsen che dà a Luis Fabiano, tiro e respinta di Valdes ma ancora Renato, in tap in, mette dentro. Al minuto 11 è ancora Luis Fabiano a impensierire Valdes. Il Barcellona reagisce, preme, tiene palla, ma non riesce a creare occasioni propizie. Ci provano Eto’o e Ronaldinho, ma al 45’ arriva il raddoppio del Siviglia. Angolo di Renato, Valdes respinge di pugno, Navas mette in mezzo di testa e ancora di testa Kanouté mette dentro. Nella ripresa sterile predominio del Barça poi il rigore di Maresca e la Supercoppa europea va meritatamente al Siviglia.\