Ski Center Latemar: sci al top, jazz e golosità sulla neve

Predazzo, Pampeago e Obereggen le "porte" che si aprono su 50 chilometri di piste spettacolari con vista sulle vette dolomitiche fra Trentino e Alto Adige. In Val di Fiemme, con l'Happy Cheese la montagna è golosa. Al rifugio Agnello lo spettacolo magico dell'alba. Concerti live e deejay sulla neve

Neve, e tanta, sulle piste da sci del Latemar, il gruppo dolomitico fra Trentino all'Alto Adige, regno dello sci che ha nello Ski Center Latemar il suo grande "dominio bianco".

Definizione più calzante che mai dopo le nevicate che hanno seguito un lungo periodo "secco" ma con piste aperte e perfette grazie ai 200 cannoni per l'innevamento programmato che ha consentito di sciare sempre e bene. Certo ora è un'altra musica per gli appassionati di slalom e snowbord e il paesaggio è quello più bello delle Dolomiti. Situazione ideale per gli appassionati, con la stagione che andrà avanti fino alla settimana successiva a Pasqua.

Lo Ski Center Latemar, che riunisce Obereggen, Pampeago e Predazzo, le "porte" d'ingesso alle piste spettacolari che si inseguono per quasi 50 chilometri, è una meta ideale per le vacanze bianche. Basti pensare che ha vinto il titolo di Comprensorio Sci – Top 2015, assegnato da Skiresort.com, il più importante portale di sci del mondo: primo posto nella categoria preparazione piste, miglior area sciistica nella categoria fino a 60 km di piste, meta da non perdere fra le prime 25 d'Europa e terza fra quelle italiane.

Biglietto da visita che sottolinea l’internazionalità sempre più marcata di una destinazione turistica invernale dinamica dove lo sci è accompagnato da una raffica di eventi e appuntamenti di grande attrattività che – unite ai panorami straordinari delle montagne più belle del mondo – spaziano dalla gastronomia tipica nei rifugi tipici, musica, divertimento e iniziative ad hoc per famiglie bambini.

Una delle porte d’accesso più comode alle piste e ai rifugi è Predazzo, nel cuore della Val di Fiemme perché la cabinovia Latemar 2200 che parte dagli spettacolari trampolini del salto, è appena fuori dal paese sulla strada che collega Predazzo a Moena con grandi parcheggi che si raggiungono in un attimo. L’impianto arriva al rifugio Gardonè e da qui la seggiovia porta fino al Passo Feudo che domina le piste sui due versanti.

Piste, va detto, che sono adatte a tutti e offrono tre must come la ripida Pala Santa, la splendida Cinque Nazioni e la lunghissima Tresca che si snoda da Pampeago per più di tre chilometri e ancora, da non perdere, la pista Agnello arricchita da installazioni artistiche... Ma non basta. A Obereggen si scia e si "surfa" anche alla sera su un tracciato illuminato e c’è spazio per gli amanti dello slittino con percorsi ad hoc a Obereggen (anche nottuno) e a Gardonè dove si può anche fare un'esperienza unica a bordo delle velocissime slitte biposto dell’Alpine Coaster Gardonè, 980 metri di curve, rettilinei, dossi, jump e un giro a 360 gradi attraverso il bosco del Latemar.

Lo Ski Center Latemar offre anche tre parchi gioco sulla neve: Bruno Land a Obereggen, Bip Club a Pampeago, Il Regno dei Draghi a Predazzo dove vanno in scena con un divertente Giocolibro che ha come protagonista principale il drago Kronos: guida i piccoli lungo un sentiero speciale con tappe-prova al Gardoné nella Foresta dei Draghi (www.latemar.it/it/inverno/baby-park). Da segnalare anche le passeggiate dall’arrivo della seggiovia Latemar fino al rifugio Laner, verso il passo di Pampeago che, volendo, prosegue fino a Obereggen e quello che invece arriva ai piedi del Latemar. Night Show tutti i lunedì alle 21.30 alla stazione a valle di Obereggen: spettacolo della scuola di sci e snowbard e discoteca open air.

"Quella che proponiamo è un’offerta davvero completa e coinvolgente, per i più sportivi e in particolare per le famiglie e i bambini – spiega Sara Azzolini, responsabile degli impianti Latemar 2200 di Predazzo -. La stagione, nonostante la mancanza di neve nella prima parte, sta andando bene. I cannoni per l’innevamento programmato ci hanno consentito di aprire regolarmente assicurando piste perfette fin dal primo giorno e la scelta di investire in tecnologia, acquistando anche cannoni di ultima generazione, ci ha premiati. Neve – sottolinea - prodotta nel rispetto dell’ambiente e della sostenibilità grazie all’impiego di fonti idroelettriche. Lo Ski Center Latemar è stato subito un punto di riferimento per gli appassionati con aumenti attorno al 10% rispetto alla passata stagione. A questo va aggiunta l’attenzione che è stata dedicata alle piste con diversi interventi di miglioramento e grandissima attenzione alla sicurezza, a partire dalla segnaletica alle reti e alle protezioni, per noi è una priorità perché le nuove attrezzature più veloci e l’aumento di sciatori di medio livello richiedono una particolare attenzione".

Stagione che, se da un lato ha visto dopo le festività di fine anno una leggera flessione del turismo familiare, ha visto crescere i turisti stranieri. "Polacchi, cechi, tedeschi, svizzeri, spagnoli ma anche francesi e svedesi – prosegue Sara Azzolini – hanno scelto le nostre piste per la qualità e la varietà degli impianti, delle piste, dei rifugi, della gastronomia, degli eventi, dell’offerta alberghiera. Sempre sul fronte degli arrivi dall’estero è importante anche la componente dei bus operator che pesa in modo consistente sul turismo invernale".

"L’altro punto di forza per noi rimane il turismo familiare, a cui dedichiamo una grande attenzione – conclude – il nostro è uno dei comprensori sciistici più attrezzati per accogliere bambini e ragazzi con tante offerte, combinazioni e sconti che aiutano a costruire una vacanza su misura. E, a proposito di skipass, questa stagione abbiamo introdotto il Valle Silver che consente di sciare su 390 chilometri di piste nei comprensori di Val di Fassa-Carezza, Val di Fiemme-Obereggen, Alpe Lusia-San Pellegrino, Ski Area San Martino di Castrozza-Passo Rolle. Si aggiunge al Dolomiti Superski e a quelli delle singole valli e ha un prezzo conveniente per cinque o sei giorni".
Per tutte le informazioni: www.latemar.it

Slalom, snowboard, freeride ma anche appuntamenti speciali che fanno da contorno alle piste e coinvolgono rifugi e località turistiche della Val di Fiemme. Ecco una miniguida per segurli.

L’ALBA DAL RIFUGIO AGNELLO

Sull’Alpe di Pampeago venerdì 4 marzo, nuovo appuntamento con Trentino Ski Sunrise: lo spettacolo del sole che sorge sulle Dolomiti con vista sulla Marmolada, le Pale di San Martino, il Latemar, le Alpi austriache. La location d’eccezione è il rifugio Monte Agnello. Appuntamento alle 6 del mattino, a Pampeago - stazione seggiovia Agnello, partenza alle 6.15 e arrivo alle 6.30 qui l’alba diventa anche gourmet perché va in scena la colazione tipica allestita dai produttori della Val di Fiemme. Poi alle 8 si può fare la prima sciata su neve ancora incontaminata sulla pista più artistica dell’Arco Alpino perché attraversa il Parco d’Arte RespirArt caratterizzato da installazioni create da artisti di fama internazionale veramente belle e particolari, da non perdere. Chi non scia può rientrare con la seggiovia.
Per prenotare: Apt Val di Fiemme: tel. 0462 241111, info@visitfiemme.it - www.visitfiemme.it

HAPPY CHEESE, LA MONTAGNA GOLOSA…

Tra le proposte gourmet, fa segnale l'Happy Cheese da gustare nei rifugi alla mattina, fra una sciata e l’altra, o al ritorno delle piste nei locali dei paesi. Una merenda-aperitivo con selezioni della Strada dei Formaggi delle Dolomiti, fra cui il Puzzone di Moena e il Formae Val Fiemme, speck e salumi chilometro zero, la mela La Trentina, dolci tipici, marmellate biologiche, mieli della zona, bollicine Trentodoc o la caratteristica Birra artigianale di Fiemme. E c'è la versione baby, l' Happy Cheese for Kids. Appuntamento, venerdì 11 marzo, dalle 11 alle 13, davanti al panorama che si ammira al rifugio Paion dell’Alpe Cermis. Nel tardo pomeriggio, dalle 18.30 alle 22, si può gustare un raffinato Apericena al ristorante Costa Salici di Cavalese. Sabato 12 marzo, dalle 10 alle 13, Happy Cheese si incontra l’atmosfera fiabesca di Baita Ciamp de le Strie, nella skiarea Bellamonte-Alpe Lusia, dove si tiene anche un concerto del Dolomiti Ski Jazz. Quindi, alle 18, il Wine Bar dell’Hotel Ancora di Predazzo propone un aperitivo arricchito da delizie trentine. Domenica 19 marzo, dalle 11, alle 13, Happy Cheese accompagna fra i panorami dolomitici del rifugio Passo Feudo di Predazzo, nello Ski Center Latemar, dove è in programma un concerto del Dolomiti Ski Jazz. Quindi, alle 16, ecco una merenda Happy Cheese fra i minerali e i cristalli del Museo Geologico delle Dolomiti di Predazzo, con il laboratorio per famiglie Paesaggi astratti e sonori.
www.visitfiemme.it

JAZZ SULLA NEVE E NON SOLO

E la musica con i concerti jazz live, riempiono di note le piste, i boschi, i locali, i teatri della Val di Fiemme. Appuntamenti graditi e seguiti che in una valle dove da sempre gli alberi servono anche per costruire violini e altri strumenti musicali. Dal 12 al 19 marzo, per l’edizione numero 19 del Dolomiti Ski Jazz, i più amati jazzisti europei e americani sono protagonisti della manifestazione. Fra i nomi di spicco dell'edizione numero 19, Donny McCaslin, il sassofonista protagonista dell’ultimo disco di David Bowie, il batterista Roberto Gatto, stella indiscussa dei ritmi jazz made in Italy, la voce di Boris Savoldelli e la band della seducente cantante texana Ty Le Blanc voce blues suadente tagliata: la R&B apre i concerti questo sabato nello scenario del rifugio Ciamp de le Strie, nella skiarea Bellamonte-Alpe Lusia in concomitanza con Happy Cheese. I concerti sulla neve infatti si svolgono verso l’ora di pranzo nei rifugi in alta quota e sono tutti a ingresso gratuito: dal Fuciade allo Chalet Valbona sull’Alpe Lusia, dal rifugio Zischgalm di Pampeago al Dosso dei Larici dell’Alpe del Cermis fino al rifugio Passo Feudo di Predazzo in abbinamento con l’Happy Cheese. Dalla neve alle località turistiche con i concerti serali, proposti dal Dolomiti Sky Jazz in diverse location pubbliche e private della Val di Fiemme a Cavalese, Castello, Tesero, Predazzo.
Programma completo e informazioni: www.dolomitiskijazz.com

DEBUTTA FIEMME SKI FEST

Ultimo appuntamento in musica, dal 29 marzo al 3 aprile, con le performance deejay: è la prima edizione di Fiemme Ski Fest. I più grandi artisti europei della consolle si esibiscono, a colpi di mixer, nei rifugi dello Ski Center Latemar, di Bellamonte-Alpe Lusia e dell’Alpe Cermis. Mentre alla sera, dopo le 20.30, Predazzo e Cavalese puntano i riflettori sui migliori deejay italiani, con quelli di Radio 105 in primo piano.