Skoda Fabia, plus per la città è il filtro antiparticolato

da Verona

Un po’ più lunga e più alta, con maggiore spazio per i passeggeri posteriori e per i bagagli, la nuova Škoda Fabia rilancia sulla sostanza di una city-car dal buon rapporto prezzo prestazioni, vestendo un abito più piacevole e accattivante. Finiture e assemblaggio testimoniano l’impegno ad allinearla alle altre piccole del gruppo Volkswagen, che punta a ripetere i buoni risultati fatti segnare dal precedente modello, responsabile del 40% del venduto a marchio Škoda. Sette sono le motorizzazioni: alle quattro a benzina (1.2 da 60 e 70 cv, 1.4 e 1.6, rispettivamente capaci di 86 e 105 cv) si aggiunge un terzetto di turbodiesel, dal più parco eppure vivace tre cilindri 1.4 Tdi, nelle versioni da 70 e 80 cv con Fap, al muscoloso 1.9 Tdi da 105 cv, anch’esso munito di filtro antiparticolato. Il comportamento su strada è sincero, i consumi contenuti e l’abitabilità adeguata a una vettura sotto i 4 metri di lunghezza. Razionale e di buona comodità risulta poi il posto guida, con il sedile e il volante che offrono ampie possibilità di regolazione. La nuova Fabia, proposta in quattro diversi livelli di allestimento, dispone di serie di 6 Airbag (compresi quelli laterali), Abs ed Esp con blocco elettronico del differenziale, Msr e Asr, e monta un cambio manuale a 5 marce, con l’opzione del Tiptronic automatico a 6 rapporti sul modello 1.6 a benzina.
Sotto i 10mila euro si colloca il prezzo d’attacco per l’entry di gamma, in un range che giunge ai 17.890 euro della versione 1.9 Tdi Comfort Fap. Come già avveniva con il vecchio modello, e in linea con le vetture dei marchi concorrenti, le vendite saranno probabilmente suddivise tra benzina e diesel nel rapporto di 60 a 40, privilegiando le motorizzazioni da 1.4 litri. Per tutte il primo tagliando è programmato a 30mila chilometri. Novità ulteriore, svelata al Salone di Francoforte, la Fabia Wagon sarà in Italia per il Motor Show di Bologna. E sono attese al debutto le versioni Greenline che promettono emissioni e consumi ulteriormente ridotti.