Skoda sempre più Superb, anche nel listino

da Salisburgo

La Skoda si rituffa tra le berline di taglia XL con la nuova Superb. È una vettura con portamento autorevole, dovuto alle dimensioni importanti - è lunga 4,83 metri larga 1,82 e alta 1,46 - sulle quali si sviluppa una carrozzeria dall’aspetto sobrio, seppure non da primato a livello di fascino anche se, in un sol colpo, è sia da tradizionale berlina 4 porte sia da 5 porte. Infatti, l’ingegnoso portellone posteriore Twindoor permette di scegliere, selezionando la modalità con un apposito tasto, se aprirlo solo nella parte inferiore per accedere all’enorme bagagliaio (565 litri) oppure interamente per sfruttare la possibilità di ribaltare il divano posteriore e ottenere un vano di carico da 1.670 litri, degno di una capiente wagon.
Alla crescita delle dimensioni esterne e interne rispetto a quelle della generazione precedente, che regala tanto spazio anche a chi siede nella parte posteriore, la Superb abbina l’intenzione di supportare concretamente l’escalation d’immagine del marchio. Tra le soluzioni tecniche adottate spiccano sia i motori - i benzina a iniezione diretta sovralimentati di 1.4 e di 1.8 litri da 125 e 160 cv e il turbodiesel con filtro per il particolato di 2 litri, nelle configurazioni da 140 e 170 cv - sia i cambi Dsg a 6 e a 7 marce, offerti in alternativa al meccanico a 6 rapporti. Entro anno arriveranno, poi, anche le 2.0 Tdi e la Fsi 3.6 V6 da 260 cv a trazione integrale, che renderanno ancora più qualificante l'offerta. Questi fattori non generano però prezzi lontani dalla tradizionale equità Skoda, poiché spaziano da 21.840 a 33.990 euro.
Si tratta di cifre allineate a quelle di molte vetture di formato più piccolo, ma che non influiscono proprio sulle doti prestazionali della Superb.
Su strada la 1.8 TSI Elegance convince per molti fattori, a cominciare dal comfort che è davvero paragonabile a quello di un’ammiraglia. L’assetto è ben calibrato anche per la tenuta e l’affidabilità di marcia, in ogni caso sempre ben vigilata dall’Esp.