Sky ricorda Aldo Fabrizi

Pedro Armocida

da Roma

Nel centenario della nascita, il canale satellitare Sky Cinema Classics ricorda e rende omaggio ad Aldo Fabrizi, una delle figure più poliedriche dello spettacolo del secolo scorso. Attore in 76 film, 9 regie e 25 sceneggiature, Fabrizi è stato anche teatrante nell’avanspettacolo e nella rivista, e non ultimo poeta e cuoco. Tante sfaccettature d’uno stesso personaggio che prenderanno forma nel documentario Aldo Fabrizi: cuoco, poeta, attore, realizzato da Alessio Accardo e Emanuele Marchesi, in programma martedì alle 19.55 e presentato ieri nel ristorante romano sull’isola Tiberina della Sora Lella, regno della sorella di Aldo Fabrizi e ora gestito dal nipote.
Una completa e accurata panoramica sulla lunga carriera di uno degli artisti che meglio ha incarnato lo spirito di una certa Roma ma anche d’un’Italia intera. I 52 minuti del documentario si sviluppano attraverso capitoli narrativi introdotti da alcuni sonetti dell’attore, recitati per l'occasione da Gigi Proietti, forse unico suo degno erede. Un ricordo che si snoda tra le sue passioni, con particolare attenzione alla cucina, al suo mestiere e alla sua città. Gli autori hanno raccolto le testimonianze dei suoi familiari e di chi ha lavorato con lui (Franca Faldini, Antonello Fassari, Marco Giusti, Carlo Lizzani, Luigi Magni, Marisa Merlini e tanti altri).
Ma, come tiene a precisare Flavio Natalia di Sky, «questi documentari sono il fiore all’occhiello della nostra programmazione perché non si limitano a raccontare in superficie le grandi figure del cinema italiano, ma rappresentano un vero e proprio lavoro di ricerca sul personaggio». Ecco allora gli aspetti meno conosciuti di Fabrizi come il rapporto un po’ freddo con Sordi e quello invece bellissimo con Totò spezzatosi, è proprio il caso di dirlo, per una quisquilia sul set di Una di quelle. E poi il controverso capitolo su Roma città aperta, di cui Fabrizi ha sempre rivendicato una sorta di primogenitura nella stesura.
Il documentario è solo il primo appuntamento delle sei serate dedicate a Fabrizi: da lunedì (centenario della nascita) saranno proiettati altrettanti suoi film.