Slalom Costazza, stagione finita E la Moelgg si ferma al 9° posto

Non c'era Chiara Costazza, la nostra numero 1, che sabato nel gigante è caduta dopo tre porte rompendosi il tendine d'Achille e forse non solo, così lo slalom di ieri è stato un po' una sofferenza per le italiane, in classifica solo con Manuela Moelgg, 9ª. Denise Karbon ha inforcato nella prima manche chiudendo un fine settimana da dimenticare, Nicole Gius è uscita nella seconda. Ha vinto Sarka Zahrobska, della Repubblica Ceca, campionessa mondiale 2007 che però in coppa non aveva mai vinto, davanti a Nicole Hosp, al primo podio stagionale, e alla Poutiainen (leader di coppa), con Lindsey Vonn ancora protagonista al 4° posto.
Ma tornando a Chiara Costazza, che nella scorsa stagione aveva vinto lo slalom di Lienz entrando poi nel gruppo delle prime sette mondiali, si attende il suo rientro in Italia, martedì, per valutare le reali condizioni della sua gamba sinistra, che nella caduta ha subito forti torsioni. La risonanza magnetica effettuata ad Aspen ha evidenziato la rottura del tendine d'Achille, ma non si escludono altri problemi alla caviglia e forse al ginocchio. L'atleta trentina dovrebbe essere operata mercoledì mattina a Milano e per lei sono previsti almeno cinque mesi di stop, come dire che la stagione della sua conferma nell'élite mondiale è già chiusa. Davvero amara dunque la trasferta azzurra ad Aspen, ma più che l'errore della Karbon in gigante a fare male è proprio il grave infortunio a Chiara.