Slavkovski «deb» record

Milano. Il campionato nerazzurro era già in naftalina da tempo, e si sapeva. L'ultima uscita casalinga, a quattro giorni dall'unica partita che ancora conta, il ritorno della finale di coppa Italia con la Roma, non poteva essere vissuta con furore agonistico. Mancini ha dato spazio alla linea verde e, in particolar modo, a Goran Slavkovski. Il 17enne svedese entra nella storia del club per essere il più giovane esordiente di sempre. «Ero molto nervoso - dirà - ma ora va tutto bene ed è stato fantastico, quando mi hanno convocato credevo fosse uno scherzo». Unico episodio controverso riguarda Stankovic e il suo scontro con Portanova. Il difensore senese ha sette punti di sutura sullo zigomo sinistro e il serbo professa la sua buona fede. «Mi dispiace molto, ma non era mia intenzione fargli male: è stato uno scontro di gioco, del tutto involontario».