Slitta la scelta fra Iride e Acea

Hera

La riunione del patto di sindacato di Hera, che dovrà dare il via libera all’avvio di trattative per una fusione con Iride o Acea, rischia di slittare a dopo l’elezione del leader del Partito democratico il 14 ottobre. Tra i sindaci azionisti di Hera, infatti, Bologna e Ferrara sono favorevoli a una fusione con Acea, mentre i soci romagnoli, di cui fa parte anche Cesena, puntano su un accordo con Iride, multiutility di Torino e Genova. Spetta al sindaco di Bologna, Sergio Cofferati, la convocazione del patto di sindacato, che controlla il 58% della società. Alcune fonti ritengono che, vista la vicinanza del sindaco di Bologna con il suo omologo di Roma, Walter Veltroni, leader in pectore del Pd, Cofferati stia prendendo tempo fino a dopo l’elezione.