Slittano i film di Johnny Depp e Oliver Stone

Lo sciopero degli sceneggiatori di Hollywood potrebbe costare all’economia di Los Angeles oltre 21 milioni di dollari se l’agitazione continuerà anche a dicembre. Lo sciopero di 22 settimane del ’98 costò all’industria 550 milioni di dollari. Intanto anche le riprese di Nine, il musical di Rob Marshall con Javier Bardem, Catherine Zeta Jones, Penelope Cruz, Sophia Loren, Marion Cottilard, tratto da Otto e mezzo di Federico Fellini, è stato rinviato. Dopo Demon & Angels, il prequel del Codice Da Vinci con Tom Hanks (prima vittima illustre dello sciopero) anche Shataram con Johnny Depp è stato rimandato a data da destinarsi. Stessa sorte è toccata a Pinkerville di Oliver Stone. Le trattative riprendono oggi; se lo sciopero continua sarà crisi per i 44 serial e le 21 situation comedy i cui set sono a Los Angeles e sono a rischio 15mila posti di lavoro.