Slot liberi, giovedì si decide il loro futuro

Giovedì Alitalia comunicherà quali slot lascerà liberi a Malpensa. Vale a dire di quali fasce orarie per il decollo e l'atterraggio dei voli si disferà. Una data cruciale per chi spera in un rilancio dell'aeroporto varesino. Sarà poi Assoclearance, organismo regolatore degli slot, a ridistribuire gli orari alle compagnie aeree che ne faranno richiesta. Per ora nessuno si pronuncia sul futuro degli slot di Malpensa, ma l'attesa è tanta. Si spera innanzitutto che la compagnia di bandiera rispetti la scadenza, non tassativa, segnalata dall'Unione europea. Se Alitalia comunicherà l'intenzione di non utilizzare un certo numero di slot, non ci saranno delle vere e proprie new entry, perché Malpensa non è uno scalo saturo e, attualmente, pare non ci sia nessuna compagnia «in coda» per accaparrarsi eventuali opzioni abbandonate da Alitalia. Orari che a occhio e croce non riguarderanno le fasce più trafficate ma quelle marginali del piano dei voli. E che quindi permetteranno magari un semplice aggiustamento di orari tra diverse compagnie interessate. Fatto sta che l'abbandono degli slot da parte di Alitalia resta pur sempre un primo passo per poter disegnare, seppur sommariamente, il futuro dello scalo lombardo. Soprattutto in vista del piano di Air France che prevede un forte taglio di voli e rotte nazionali e internazionali a partire dal 31 marzo.